Vacanze al lago (quarta parte)


sono arrivati ad aprire la portiera si sono accorti che il ragazzo era con la faccia immersa nell’ airbag, la cintura era allacciata, non sapevano cosa fare, dopo qualche secondo hanno visto che il ragazzo si muoveva, e quando l’ airbag si è sgonfiato si sono accorti che era impaurito e agitato o per lo meno quella era la prima impressione, non lamentava dolori e non mostrava alcune ferite, da quello che potevano vedere Giorgio e Caty.
Sono rimasti a badarlo, nell’attesa dell’arrivo del 118, mentre raccontava cosa era successo, finché dopo un quarto d’ora è arrivata l’ambulanza e poi la polizia, dopo di ché sono passati in azione i medici del 118 che l’ hanno caricato sull’auto lettiga e portato via. Intanto la polizia faceva i rilevamenti  e chiedeva a Giorgio quello che aveva visto. Mentre tutto questo succedeva, Fede si è accorta che oltre il guard-drive, in mezzo all’erba c’era un cane di media taglia, era impaurito e tutto sporco, non sembrava ferito, non si vedeva sangue, molto probabilmente era riuscito a sfuggire all’urto dell’auto passando sotto il guard-drive. Quando la polizia ha visto che guardavano altre il parapetto uno di loro si è avvicinato, così anche lui ha visto il cane, Fede ha chiesto se potevano prenderlo, Fede è un’animalista, noi ci limitiamo ad amare gli animali… il poliziotto ha accettato la proposta anche perché non era successo niente di grave, sincerandosi che venissero prese poi tutte le dovute precauzioni e messo in regola il cane, (infondo era il suo lavoro accertarsi di far valere la legge). È passato oltre il guard-drive, ha preso il cane che non ha “opposto resistenza” e l’ha dato a Fede, era al settimo cielo, un po’ meno Marco, sicuramente avrebbe lasciato qualche ricordino durante il viaggio nell’auto, dopo essersi sincerato con Fede che qualsiasi cosa avesse combinato lei avrebbe trovato la soluzione hanno messo il cane (un barboncino color caffèlatte) avvolto in un panno vicino a Fede, la quale si era premunita si sportine e giornali per ogni evenienza, per fortuna che dopo pochi minuti il cane si è addormentato.
Finalmente eravamo di nuovo tutti in viaggio, scongiurando altri inconvenienti avevamo ancora due ore di viaggio… 

Dopo circa un’ora di viaggio, trascorso spensieratamente, tra canti, chiacchiere e fugaci riposini, Giorgio si sente male, infatti vediamo la sua auto rallentare e accostare, così ci siamo tutti fermati. Sono scesa e sono andata a sincerami delle condizioni dei passeggeri di Giorgio, di chi poteva avere dei problemi, per sfortuna era proprio Giorgio! Aveva mal di testa e un gran mal di stomaco, ha appena fatto in tempo ad uscire dall’auto che...

continua... buona lettura, e come sempre; segnalate orrori o errori! Grazie ♥♥♥


Scritto da: Marzia



5 commenti:

  1. è due anni che ho il dominio non serve cambiarlo blogger fa da se!!!!io ho il link vecchio di tutte!!!

    RispondiElimina
  2. E' troppo breve!!!!!! come si fa ....Ti prego sii generosa la prossima volta!

    RispondiElimina
  3. Ciao interrompi sempre sul piu' bello, se lo fai piu' lungo entriamo meglio nella situazione, cque bello grazie aspeto segiuto ciao baci rosa.)

    RispondiElimina
  4. nooooooooooooo il finale?...uffiiiii!!!^^
    baciotti
    Denny*

    RispondiElimina
  5. ...rieccomi, tesoro...non sono evaporata...mi son solo dovuta prendere qualche gg. di pausa "pro-impegni", ma ora è tutto risolto !!!
    Sono un pò di corsetta, ma ti prometto che torno presto a leggermi i tuoi post che mi sono persa!
    (E tu? Perchè da me non sei passata? Birbantella, ah ah ah !!!
    SCHERZO !!!!!!!! )

    Smack*

    Maddy

    RispondiElimina

L'arte non imita, interpreta.
Carlo Dossi