La mia ultima fatica...



Premessa: qualche giorno fà, una signora mi chiese un grembiulino, io gli dissi che non avevo mai fatto vestiti, poi guardandomi in giro, e ricordando che qualche mese fa la mamma di una mia amica mi fece un corso accellerato con tanto di cartamodello, gli ri scrissi dicendo che se voleva io potevo provare, gli feci vedere un modellino, e poi lei un'altro, mi chiese se doveva mandarmi delle misure, gli dissi di sì... e poi più nulla! premessa finita, ma nonostante che la signora non si è fatta più sentire, io che ADORO le sfide, mi sono comunque cimentata, e quindi taglia e poi cuci e poi riscuci... non sapete quante volte^^ ma alla fine questo è il risultato! 
Ora veniamo alla CHICCA; la farfalla applicata è facente parte del concorso "DISEGNA TU LA MIA FARFALLA" questa farfalla mi fù inviata da una ragazza di 27 anni, e quindi troppo grande per le regole del mio concorso, ma mentre realizzavo il grembiulino mi è venuto in mente ed ho deciso di farne il PEZZO FORTE del GREMBIULINO.
Ho chiamato questa "collezione" JHOBBYES.

Ringrazio di cuore JHOBBYES che avvertirò, e spero sia contenta di questa sorpresa.

Finisco col dirvi che, le FARFALLE delle vincitrici dello stesso concorso, sopra citato, verranno realizzate così, ma su di una BORSINA!! 

Vi ringrazio per le vostre sempre numerose visite, mi fate tanto piacere.

Bacioni

VI RICORDO IL MIO GIVEAWAY, SE VOLETE PARTECIPARE CLICCATE QUA

Creazione e foto:
 

3 commenti:

  1. Complimenti Marzia sei sempre molto brava le tue creazioni sprizzano allegria. Buon we. Tiziana

    RispondiElimina
  2. una farfalla deliziosa,che rende bellissimo questo tuo lavoro..
    è bella sia come colori, che come personaggio, perfetto per i tuoi lavori per i bimbi..
    aspettiamo di vedere come sarà la borsina per Michelle e le altre bimbe...
    un bacione e concediti qualche giorno di riposo...
    Valeria e michelle

    RispondiElimina
  3. Che dire: sono semplicemente lusingata!
    Grazie, JhOBbyes

    RispondiElimina

L'arte non imita, interpreta.
Carlo Dossi